Tutti i giardini che hanno aderito a

Interno Verde Piacenza

Chiostro di Sant’Antonino

Quante cose si imparano esplorando la città? Cercando il giardino segreto della Chiesa di Sant’Antonino si impara, per esempio, che chiasso non significa solo confusione, ma anche stretta viuzza, breve e irregolare.

Casa Laviosa

Un giardino può essere spumeggiante? In via Croce il verde di Casa Laviosa si sporge oltre il muro di cinta per salutare i passanti. Lo stesso carattere amichevole e accogliente si ritrova varcando l’ingresso del palazzo, oggi destinato all’ospitalità e conosciuto dai turisti di passaggio come B&B Gio.

Volumnia

A dispetto di quanto lascerebbe intuire il contesto storico in cui è situato, ovvero a ridosso della chiesa cinquecentesca di Sant’Agostino, il piccolo cortile di Volumnia è giovane, giovanissimo.

Istituto delle Orsoline

Istituto delle OrsolineVia Roma 42, PiacenzaLa Casa Madre delle Suore Orsoline rappresenta una vera e propria istituzione cittadina, apprezzata da generazioni di genitori e bambini, che a loro volta col passare del tempo diventano genitoriEsso infatti - benché dal...

Palazzo Scotti di Sarmato

Palazzo Scotti di Sarmato custodisce uno dei più affascinanti giardini della città, nonché uno tra i più conosciuti. Basta fare due passi sullo stradone Farnese per ammirare i suoi alberi secolari, la geometria delle aiuole, le macchie colorate delle fioriture: il maestoso cancello in ferro battuto non cela nulla allo sguardo, anche se entrare in quest’area dall’ingresso principale, quindi attraversando il magnificente palazzo affacciato su via San Siro, regala senza dubbio una prospettiva più emozionante.

Palazzo Caracciolo

Palazzo Caracciolo venne costruito agli inizi del Seicento dall’omonima famiglia, o meglio: da uno dei suoi cadetti.

Caserma Neve

Dai pellegrini, ai militari, agli sfollati, agli studenti. Il complesso oggi conosciuto come Campus Caserma della Neve tradisce già a partire dal nome una vicenda non comune.

Palazzo Mulazzani

Palazzo Scotti Boscarelli, conosciuto anche con il nome dei precedenti proprietari, quindi come Palazzo Mulazzani, venne acquistato dalla famiglia degli attuali proprietari nel 1901 per 105mila lire, che all’epoca costituivano un bel patrimonio.

Palazzo Landi di Chiavenna

La casata dei Landi è tra le più antiche di Piacenza, e in Italia ebbe un ruolo molto importante tra la fine del Medioevo e l’inizio dell’età moderna.

Palazzo Anguissola

Un giardino per i curiosi più curiosi, simile a una matrioska, un susseguirsi di piccole, delicate sorprese.

Ricerca liberamente tra i giardini di Piacenza

Tutti i giardini di Piacenza 

Palazzo Paveri Fontana

Palazzo Paveri Fontana

Palazzo Paveri Fontana prende il nome da una famiglia piacentina tra le più antiche. Fu l’Imperatore Enrico II, nel 1004, ad investirla, quindi a sancire il suo diritto su vari territori vicini al Po, nel distretto di Petrosa. La casata poi si distinse in vari rami, governò tanti altri territori e numerosi furono i personaggi illustri a cui diede i natali: podestà di Piacenza ma anche di Milano, di Pavia e di Bologna, capitani, vescovi e governatori.

Caserma Neve

Caserma Neve

Dai pellegrini, ai militari, agli sfollati, agli studenti. Il complesso oggi conosciuto come Campus Caserma della Neve tradisce già a partire dal nome una vicenda non comune.

Caserma Generale Cantore

Caserma Generale Cantore

La routine di un vicario del Signore è senza dubbio diversa da quella di un militare, eppure entrambi hanno esperienza di vita comunitaria, e gli spazi pensati per accogliere i religiosi bene si adattano alle esigenze dei soldati.

Palazzo Scotti di Sarmato

Palazzo Scotti di Sarmato

Palazzo Scotti di Sarmato custodisce uno dei più affascinanti giardini della città, nonché uno tra i più conosciuti. Basta fare due passi sullo stradone Farnese per ammirare i suoi alberi secolari, la geometria delle aiuole, le macchie colorate delle fioriture: il maestoso cancello in ferro battuto non cela nulla allo sguardo, anche se entrare in quest’area dall’ingresso principale, quindi attraversando il magnificente palazzo affacciato su via San Siro, regala senza dubbio una prospettiva più emozionante.

Palazzo Bertamini Lucca

Palazzo Bertamini Lucca

La zona di Via Sopramuro in passato era famosa per essere una specie di colonia ligure: abitavano qui molti commercianti genovesi, che si erano trasferiti a Piacenza per affari, e proprio a una loro confraternita si deve la costruzione della vicina Chiesa di San Giorgio.

Palazzo Anguissola di Podenzano

Palazzo Anguissola di Podenzano

Palazzo Anguissola di PodenzanoStradone Farnese 25, PiacenzaPalazzo Anguissola di Podenzano è riuscito a conservare uno dei giardini più grandi di Piacenza, un’area di 2.500 metri quadrati che si estende dallo stradone Farnese fino ai rampari delle mura.Si sa che...

Missionari Scalabriniani

Missionari Scalabriniani

Giovanni Battista Scalabrini è una figura centrale nella Piacenza dell’Ottocento. Nominato vescovo nel 1875, all’età di 36 anni, resta celebre soprattutto per la precoce attenzione che seppe riservare al problema della migrazione.

Palazzo Pallastrelli

Palazzo Pallastrelli

Palazzo PallastrelliVia Scalabrini 8, PiacenzaIl palazzo dal Settecento fino a tempi tutto sommato recenti fu proprietà dei Pallastrelli, conti di Celleri.Venne poi acquistato dagli Arcelli Fontana. La costruzione probabilmente precede entrambe le famiglie: eretta...

Palazzo Tassi

Palazzo Tassi

Alle persone il nome viene assegnato alla nascita, la procedura è chiara: il cognome è stabilito, al massimo si può valutare se conservare quello del padre, della madre o quello di entrambi i genitori, il nome viene scelto più o meno fantasiosamente, l’anagrafe registra.

Galleria Ricci Oddi

Galleria Ricci Oddi

Dietro al miracolo della Galleria Ricci Oddi ci sono due nomi: quello dell’imprenditore Giuseppe Ricci Oddi, che negli anni Venti iniziò a ragionare sull’idea di rendere pubblica la propria straordinaria raccolta di opere d’arte, e quella dell’architetto Giulio Ulisse Arata, a cui venne affidato l’incarico di progettare lo spazio espositivo.

Palazzo Landi di Chiavenna

Palazzo Landi di Chiavenna

La casata dei Landi è tra le più antiche di Piacenza, e in Italia ebbe un ruolo molto importante tra la fine del Medioevo e l’inizio dell’età moderna.

Palazzo Pallavicino

Palazzo Pallavicino

Palazzo PallavicinoStradone Farnese 21, PiacenzaPalazzo Pallavicino disponeva, e per certi versi dispone ancora, almeno da un punto di vista scenografico, di un bellissimo giardino.L’imponente edificio venne edificato tra la metà e la fine del Cinquecento, mentre...

Palazzo Mulazzani

Palazzo Mulazzani

Palazzo Scotti Boscarelli, conosciuto anche con il nome dei precedenti proprietari, quindi come Palazzo Mulazzani, venne acquistato dalla famiglia degli attuali proprietari nel 1901 per 105mila lire, che all’epoca costituivano un bel patrimonio.

Istituto delle Orsoline

Istituto delle Orsoline

Istituto delle OrsolineVia Roma 42, PiacenzaLa Casa Madre delle Suore Orsoline rappresenta una vera e propria istituzione cittadina, apprezzata da generazioni di genitori e bambini, che a loro volta col passare del tempo diventano genitoriEsso infatti - benché dal...

Seminario vescovile

Seminario vescovile

Il chiostro del Seminario urbano è più unico che raro. Esso infatti custodisce un curioso mix di epoche, architetture e soprattutto fantasie. Quando si pensa alla struttura del chiostro la mente ricorda e sintetizza in un’immagine chiara e semplice i vari chiostri che ha avuto occasione di incontrare.

Sopra le mura

Sopra le mura

Come può esistere nel piatto orizzonte padano un giardino sopraelevato?

Convento di San Giovanni in Canale

Convento di San Giovanni in Canale

Si sente spesso dire che, per avere un’idea di come davvero si presentasse Piacenza nel passato, bisogna immaginare vie e vicoli fiancheggiati da un reticolo di corsi d’acqua. Una piccola Venezia? Forse sarebbe eccessivo descriverla così, tuttavia la presenza dei canali caratterizzava in modo significativo il centro storico, tanto da resistere al passare del tempo sotto forma di toponimi.

Chiostro di Sant’Antonino

Chiostro di Sant’Antonino

Quante cose si imparano esplorando la città? Cercando il giardino segreto della Chiesa di Sant’Antonino si impara, per esempio, che chiasso non significa solo confusione, ma anche stretta viuzza, breve e irregolare.

Palazzo Anguissola

Palazzo Anguissola

Un giardino per i curiosi più curiosi, simile a una matrioska, un susseguirsi di piccole, delicate sorprese.

Palazzo Caracciolo

Palazzo Caracciolo

Palazzo Caracciolo venne costruito agli inizi del Seicento dall’omonima famiglia, o meglio: da uno dei suoi cadetti.

Palazzo Scotti da Montalbo

Palazzo Scotti da Montalbo

Anticamente sorgevano qui le case dei nobili Confalonieri, che si pensa derivino il proprio nome dalla carica di gonfaloniere, diffusa nei comuni dell’Italia medievale, la cui funzione si può assimilare a quella di un magistrato.

Orti Degani

Orti Degani

Sono ormai tante le città italiane a essersi dotate di orti sociali: spazi pubblici divisi in appezzamenti, che chi abita in condominio può chiedere gratuitamente e coltivare a seconda del proprio gusto personale.

Casa Arata

Casa Arata

L’architetto Giulio Ulisse Arata, nato a Piacenza nel 1881, fu operosissimo in Italia.

Intergenerazionale

Intergenerazionale

Sembra che anticamente, al posto di questa abitazione privata, collocata a due passi dalla grande basilica di San Sisto, sorgesse una foresteria destinata ai pellegrini.

Palazzo Ghizzoni Nasalli

Palazzo Ghizzoni Nasalli

L’elegante residenza neoclassica conosciuta come Palazzo Ghizzoni Nasalli, benché venga fatta risalire al 1839, ha in realtà origini più antiche.

Volumnia

Volumnia

A dispetto di quanto lascerebbe intuire il contesto storico in cui è situato, ovvero a ridosso della chiesa cinquecentesca di Sant’Agostino, il piccolo cortile di Volumnia è giovane, giovanissimo.

Convento di San Bernardino

Convento di San Bernardino

Cosa accomuna il vecchio convento dei cappuccini alla foresteria che oggi, negli stessi ambienti, ospita studenti e lavoratori?

La Ricerca

La Ricerca

Per chi lavora a La Ricerca il giardino interno è un comodo posto auto.

Casa Laviosa

Casa Laviosa

Un giardino può essere spumeggiante? In via Croce il verde di Casa Laviosa si sporge oltre il muro di cinta per salutare i passanti. Lo stesso carattere amichevole e accogliente si ritrova varcando l’ingresso del palazzo, oggi destinato all’ospitalità e conosciuto dai turisti di passaggio come B&B Gio.

La riserva del Duca

La riserva del Duca

Vicolo del Parchetto è una zona molto particolare di Ferrara, spesso sconosciuta a tanti ferraresi.

Iscriviti alla newsletter di Interno Verde
Iscriviti alla Newsletter di Interno Verde