Lungo Il Rio

Via Pescheria 14, Mantova

L’ampio giardino condominiale di via Pescheria è un’invenzione recente, è stato infatti realizzato in occasione del restauro del palazzo e di fatto serve da copertura ai garage sottostanti. Di impostazione moderna e senza fronzoli, con un prato curato e le composte aiuole fiorite, vale la pena visitarlo soprattutto per l’inedita e suggestiva prospettiva che offre sul Rio e sulle celebri Pescherie di Giulio Romano, volute da Federico II Gonzaga.

Dei tempi andati qui resta poco, ma questo poco è delizioso: un balconcino in pietra con la ringhiera in ferro battuto, sospeso sopra la corrente striata dal verde delle alghe, dentro le quali è facile scorgere le grosse carpe rilassate. La relazione tra i mantovani e l’acqua che storicamente circonda il capoluogo è sempre stata stretta.

Per rendersene conto basta guardare in basso, verso le sponde: ogni casa aveva una scaletta e un accesso diretto al canale che taglia la città, utilizzato per lavare i panni nella corrente e per scendere agevolmente alle barche. La decisione di interrare il tratto centrale del suo percorso, presa nel primo dopoguerra nell’ottica di modernizzare il tessuto urbano, ha interrotto la navigazione e allontanato i cittadini dalla frequentazione delle rive, di fatto impossibili da raggiungere. Il cantiere che dal giardino si osserva sulla sinistra ha il duplice scopo di restaurare l’imponente costruzione disegnata da Giulio Romano nel 1536 – gravemente ammalorata, soprattutto nel loggiato orientale – e riconnettere la vita quotidiana degli abitanti alle rive. I lavori sono stati avviati nel dicembre del 2018. La prima fase ha visto la costruzione di una scala e di un ascensore per disabili, funzionali a scendere fino alla terrazza insediata sulla spiaggetta di ghiaia, una volta ritrovo abituale delle bugandare, ovvero delle massaie impegnate col bucato. La seconda fase riguarda il restauro dell’edificio che comprende la Loggia e la sala soprastante, spazi che si vorrebbero trasformare in punto di incontro, di socialità e aggregazione, dotato di una caffetteria sul piano strada. L’operazione, complicata e per nulla scontata, è curata dalla Fondazione Pescherie di Giulio Romano, ma ogni persona o azienda può contribuire alla sua realizzazione, utilizzando lo strumento dell’Art Bonus.