Interno Verde

Interno Verde ha da sempre prestato grande attenzione alla sostenibilità, intesa sia dal punto di vista ambientale che economico e sociale. Già dalla sua prima edizione – in virtù dei tanti accorgimenti adottati per migliorare la qualità della manifestazione e ridurre il suo impatto sul territorio – il festival è stato inserito nella rete internazionale ZeroWaste.

Per l’edizione 2018 l’associazione Ilturco, che ha ideato e cura l’evento, ha voluto fare un passo in più: ha richiesto e ottenuto la certificazione ISO20121. Si tratta di un traguardo importante, un impegno assunto nei confronti della comunità, dei tanti visitatori che ogni anno si lasciano affascinare dai giardini ferraresi, dell’associazione stessa che ha ideato e cura l’evento, cercando ogni anno di migliorarsi e trasformare Interno Verde in un appuntamento non solo interessante e curioso, ma concretamente inclusivo e il più possibile accogliente.
Adeguandosi agli standard internazionali della certificazione Ilturco sceglie di strutturare la propria organizzazione interna affinché sia sempre più efficace il lavoro svolto.

Gli obiettivi principali sono due:

- offrire agli abitanti l’opportunità di leggere e interpretare lo spazio che quotidianamente si vive e si attraversa, sollecitare nei confronti degli ospiti provenienti da altre città una più completa comprensione del passato e maggiore consapevolezza della ricchezza presente del territorio, che necessita di essere tutelata e promossa;

- promuovere attraverso l’eccezionale condivisione di spazi normalmente interdetti al pubblico una socialità spontanea, un sentimento di vicinanza e appartenenza basato sulla fiducia e sulla reciprocità, che possa restituire alla comunità il senso del vivere assieme. Le azioni intraprese per migliorare l’edizione 2018 del festival sono tante e diversificate. Alcune sono note e conosciute trasversalmente, sia dagli iscritti alla manifestazione che dai partner e dagli sponsor, altre invece passano inosservate ai più ma non per questo si dovrebbero ritenere meno significative.

Spesso è proprio nel dettaglio, nella piccola cura in più, che risiede l’unicità di un progetto.

Dichiarazione di intenti e valori (pdf)