Interno Verde

52 | CORSO ERCOLE I D'ESTE 35

Il giardino all’angolo tra corso Ercole I d’Este e via Arianuova appartiene a un palazzo rinascimentale, di cui si ha traccia già nel 1597 – stando alla mappa redatta nell’aprile del 1892 dall’ingegnere Filippo Borgatti per il V° Centenario dell’Università Estense, che ricostruisce la città di Ferrara al momento della successione tra la Corte Estense e lo Stato Pontificio. La residenza rinascimentale, di proprietà del Conte Giulio Sacrati, aveva originariamente una forma a U, ma col passare del tempo sono state diverse le modifiche intervenute. Le trasformazioni settecentesche prima e gli adattamenti post bellici poi, hanno di fatto snaturato la costruzione. L’affaccio su via Arianuova, dove si trovavano le scuderie, aveva dimensioni più contenute.

Sul lato opposto si trovavano gli ambienti domestici, che guardavano direttamente alla corte interna, protetta da un loggiato che oggi si può solamente intuire osservando le tracce sul pavimento, essendo stato bombardato durante la Seconda Guerra Mondiale. Dove ora si trova il giardino, con ogni probabilità un tempo sorgeva l’ala sud. Degli antichi fasti resta poco: il cornicione in cotto e la suggestiva parasta in marmo che decora lo spigolo all’incrocio stradale, proseguendo la sequenza dei quadrivi rossettiani, quindi enfatizzando la prospettiva del viale.